Regolamenti

a cura di Cinzia Olivieri

L’attività ed il funzionamento degli Organi Collegiali, per tutto quanto non previsto dalle norme, sono disciplinati dai regolamenti interni delle istituzioni scolastiche. L’Art. 40 del D.L.vo 297/94 prevede che in mancanza dei regolamenti d’istituto, gli Organi Collegiali operano sulla base di regolamenti tipo predisposti dal Ministero, cioè la C.M. 105/75.L’adozione del regolamento è tra le attribuzioni del consiglio ai sensi dell’art. 10 comma 3 lettera a) Dlgs 297/94.

La Giunta Esecutiva ha il compito di “preparare” i lavori del consiglio e non ha funzioni deliberative. L’adozione del regolamento e quindi delle relative modifiche rientra nelle competenze esclusive del consiglio dunque nessuna modifica può essere deliberata o negata dalla Giunta.

Il regolamento è sottoposto pertanto allo stesso regime di pubblicità previsto per tutti gli atti del Consiglio di Circolo o di Istituto (art. 43).

Non è previsto per il regolamento lo stesso obbligo di consegna all’atto dell’iscrizione stabilito per il POF  dall’art. 3 comma 5 del DPR 275/99.

Ovviamente è sempre possibile richiedere copia ai sensi della L 241/90 anche se a seguito della dematerializzazione prevista dall’art. 32 della L 69/09 lo si dovrebbe trovare pubblicato nel sito.

A seguito delle modifiche introdotte dal DPR 235/07 in materia di disciplina il regolamento ha assunto una particolare importanza e necessaria diventa la sua massima pubblicità, in quanto esso deve  individuare esattamente le mancanze disciplinari e le relative sanzioni nonché gli organi chiamati a comminarle ed il procedimento della loro irrogazione. Anche la nota del 2008 invita a renderlo ampiamente conoscibile.

* i richiami normativi sono tratti da Edscuola ed altri siti istituzionali

2 commenti in “Regolamenti

Lascia un commento