Proroga, surroga ed elezioni suppletive

a cura di Cinzia Olivieri

Passato il triennio il consiglio di istituto scaduto resta in carica e viene convocato fino all’insediamento del nuovo.

I membri decaduti sono surrogati dal primo non eletto della  medesima lista (art. 50 OM 215/91).

I genitori decadono il 31 agosto ove non abbiano figli iscritti a scuola altrimenti si resta in carica sino alle prossime elezioni. Quindi non c’è proroga di poteri per chi non ha più figli a scuola.

Per l’art. 53 comma 1 ultima parte dell’OM 215/91 si devono ricoprire con elezioni suppletive solo i posti vacanti,  avendo con riferimento appunto i posti disponibili, ove non sia possibile provvedere a surroga.

* i richiami normativi sono tratti da Edscuola ed altri siti istituzionali

4 commenti in “Proroga, surroga ed elezioni suppletive

  • Buonasera.
    In qualità di presidente del CdI chiedo delle delucidazioni in merito a un quesito sulla decadenza del corpo studentesco e cioè: gli studenti non decaduti perchè eletti nel corso del loro quarto anno scolastico e quindi presenti, devono comunque essere sostituiti da nuove elezioni tutti e quattro o basta la surroga solo dei due diplomati (per cui decaduti), in base alle ultime normative?
    Porgo questo quesito perchè alla DS risulta che basti solo la surroga dei su detti.

    Cordiali Saluti

    • Salve, occorre chiarire un principio: l’OM 215/91 all’art. 9 chiarisce che la componente studentesca si rinnova annualmente. Dunque non vi è dubbio che ogni anno essi debbano rieletti. Tuttavia fino a quel momento, cioè fino al rinnovo della componente, i membri non decaduti possono essere convocati e surrogati in caso ad esempio di una convocazione nel mese di settembre. infatti l’art. 51 ci dice quando si decade da una carica: “Decadono dalle cariche elettive i membri dei consigli di classe, interclasse e intersezione e dei consigli di circolo o di istituto che per qualsiasi motivo cessano di appartenere alle componenti scolastiche.” MI pare evidente che uno studente al quarto anno non decada conservando la qualità. Il rinnovo della componente studentesca non avviene perchè decaduta ma per ordinario ricambio annuale. L’art. 50 al comma 1 esprime inoltre il principio generale della proroga dei poteri ” Il consiglio di circolo o di istituto scaduto per compimento del triennio resta in carica sino all’insediamento del nuovo organo; i membri decaduti per perdita dei requisiti di eleggibilita, sono nel frattempo surrogati.” Come sappiamo però gli studenti vengono eletti annualmente. Sicchè il successivo comma 4 chiarisce “Negli organi collegiali di durata annuale i rappresentanti dei genitori e degli alunni (questi ultimi nelle scuole secondarie di secondo grado ed artistiche) purché non abbiano perso i requisiti di eleggibilità (ed in tal caso sono surrogati) continuano a far parte, fino all’insediamento dei nuovi eletti, dei consigli di intersezione, di interclasse o del consiglio della classe successiva e debbono essere convocati alle riunioni dei consigli stessi.” Si potrebbe sostenere che qui non si fa menzione degli studenti in consiglio di istituto ma andrebbe spiegato perchè solo nei confronti di questi non dovrebbe applicarsi il principio della decadenza e della proroga dei poteri per cui potrebbero continuare ad essere rappresentanti di classe ma non consiglieri. Tuttavia appunto solo fino a nuove elezioni che avvengono annualmente (in occasione delle elezioni dei rappresentanti di classe o unitamente al rinnovo delle altre componenti in consiglio di istituto). un caro saluto

Lascia un commento